Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see translations of Freud SE or GW…

PEP-Web Tip of the Day

When you hover your mouse over a paragraph of the Standard Edition (SE) long enough, the corresponding text from Gesammelte Werke slides from the bottom of the PEP-Web window, and vice versa.

If the slide up window bothers you, you can turn it off by checking the box “Turn off Translations” in the slide-up. But if you’ve turned it off, how do you turn it back on? The option to turn off the translations only is effective for the current session (it uses a stored cookie in your browser). So the easiest way to turn it back on again is to close your browser (all open windows), and reopen it.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Natali, M. (2008). Laura Tremelloni, Primavera nell'artico. Potenzialità evolutive nell'autismo e nella psicosi. Roma: Astrolabio, 2006, pp. 252, € 22,00. Psicoter. Sci. Um., 42(1):121-123.

(2008). Psicoterapia e Scienze Umane, 42(1):121-123

Laura Tremelloni, Primavera nell'artico. Potenzialità evolutive nell'autismo e nella psicosi. Roma: Astrolabio, 2006, pp. 252, € 22,00

Review by:
Marco Natali

In questo libro di Laura Tremelloni, bello e denso di citazioni, si tratta di quei pazienti con capsule autistiche dei quali, a partire dagli anni 1980, diversi autori tra cui Sidney Klein, Ogden, la Tustin, Rosenfeld, si sono occupati. L'autrice si riferisce a pazienti nei quali l'“autismo” è la conseguenza di una reazione a fattori psicogeni legati ad esperienze precoci, reazione responsabile dell'incapsulamento di parti della personalità. Queste capsule autistiche restano nascoste sotto un'organizzazione nevrotica, psicotica, borderline o psicosomatica e, essendo tagliate fuori dal resto della personalità, non emergono facilmente. È l'analista che può riscontrarne la presenza e gli effetti durante la terapia, quando si manifestano come forte resistenza al cambiamento e come mancanza di contatto emotivo totale o parziale nel transfert.

All'interno di queste capsule autistiche è presente l'esperienza di un mondo sensoriale vissuto in un'epoca in cui il neonato non è ancora in grado di mettere in atto il processo di simbolizzazione e di collegare le sensazioni corporee con le emozioni. Esse si formerebbero a protezione della sopravvivenza e del mantenimento di una primitiva identità nel momento in cui la relazione col mondo esterno viene vissuta come fonte di dolore e confusione. Talvolta succede infatti che non abbiano luogo le necessarie esperienze di contenimento sensoriale e che non venga attribuito un significato ai vissuti più arcaici; questo può verificarsi per motivi costituzionali riferibili sia alla madre che al bambino, ma anche per motivi ambientali.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.