Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To copy parts of an article…

PEP-Web Tip of the Day

To copy a phrase, paragraph, or large section of an article, highlight the text with the mouse and press Ctrl + C. Then to paste it, go to your text editor and press Ctrl + V.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Eagle, M.N. (2011). LA NATURA SOCIALE DELLA MENTE. Psicoter. Sci. Um., 45(1):7-22.

(2011). Psicoterapia e Scienze Umane, 45(1):7-22

LA NATURA SOCIALE DELLA MENTE

Morris N. Eagle

Vengono discussi alcuni problemi teorici riguardanti la concezione della natura sociale della mente secondo le teorie relazionali e intersoggettive della psicoanalisi contemporanea. Le posizioni intersoggettive e socio-costruttiviste radicali vengono criticate e ne vengono messe in luce alcune autocontraddizioni. In particolare, sono discusse criticamente le posizioni di Robert Stolorow, Stephen Mitchell e Donnel B. Stern, e vengono trattati, tra gli altri, i seguenti temi: la mente come costruzione sociale oppure come prodotto congiunto di fattori innati e ambientali; l'intersoggettivismo di Stolorow e collaboratori; l'approccio relazionale di Mitchell; il situazionismo nella psicologia della personalità; il comportamentismo sociale; le posizioni di Sullivan, G.H. Mead e Cooley; i concetti di “vero Sé” e “falso Sé” di Winnicott; i contenuti mentali inconsci e la motivazione; la “esperienza non formulata” di Donnel B. Stern; comunicare versus esperire; ecc.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.