Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To convert articles to PDF…

PEP-Web Tip of the Day

At the top right corner of every PEP Web article, there is a button to convert it to PDF. Just click this button and downloading will begin automatically.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Spensieri, S. (2011). Frantz Fanon, Decolonizzare la follia. Scritti sulla psichiatria coloniale. Introduzione di Roberto Beneduce. Trad. di Lorenzo Navone e Roberto Beneduce. Verona: Ombre Corte, 2011, pp. 173, € 16,00. Psicoter. Sci. Um., 45(4):584-587.

(2011). Psicoterapia e Scienze Umane, 45(4):584-587

Frantz Fanon, Decolonizzare la follia. Scritti sulla psichiatria coloniale. Introduzione di Roberto Beneduce. Trad. di Lorenzo Navone e Roberto Beneduce. Verona: Ombre Corte, 2011, pp. 173, € 16,00

Review by:
Simone Spensieri

Con questo breve ma denso volume (già schedato a p. 426 del n. 3/2011 di Psicoterapia e Scienze Umane), Roberto Beneduce, con la sua ampia Introduzione, ci regala un pezzo della storia psichiatrica tanto inconsueto quanto determinante per poter leggere la sofferenza psichica oggi, nell'epoca della post-colonia. Frantz Fanon (1925-1961), lo psichiatra di origini martinicane di cui ricorre quest'anno il cinquantenario dalla morte, forse più noto per le sue teorie sulla violenza coloniale e l'urgenza di offrire una prospettiva politica alle lotte di liberazione dei popoli sottomessi a quei poteri, emerge in queste pagine come uno psichiatra attento alle questioni che proprio in quegli anni in Italia, con l'opera di Basaglia, cercavano un rinnovamento profondo della psichiatria.

Decolonizzare la follia è un titolo forte, provocatorio, che chiama in causa la violenza della psichiatria coloniale con cui Fanon si doveva misurare nel suo lavoro all'Ospedale di Blida, ad Algeri, ed è un volume che si divide in due parti estremamente ricche di spunti che si rincorrono tra il corposo saggio introduttivo di Beneduce e la raccolta dei testi, spesso inediti o non tradotti, di Fanon.

Beneduce intitola il proprio saggio “La tormenta onirica”, lasciando trapelare subito il clima d'inquietudine in cui ci sentiremo calati noi lettori nell'affrontare le scottanti tematiche proposte, attraverso un'originale lettura dell'opera fanoniana, di cui è un cultore di valore internazionale.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.