Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To access the PEP-Web Facebook page…

PEP-Web Tip of the Day

PEP-Web has a Facebook page! You can access it by clicking here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Stefana, A. (2014). Antonio Damasio, Il Sé viene alla mente. La costruzione del cervello cosciente. Milano: Adelphi, 2012, pp. 463, € 32,00 (ediz. orig.: Self Comes to Mind. Constructing the Conscious Brain. New York: Pantheon, 2010). Psicoter. Sci. Um., 48(1):189-190.

(2014). Psicoterapia e Scienze Umane, 48(1):189-190

Antonio Damasio, Il Sé viene alla mente. La costruzione del cervello cosciente. Milano: Adelphi, 2012, pp. 463, € 32,00 (ediz. orig.: Self Comes to Mind. Constructing the Conscious Brain. New York: Pantheon, 2010)

Review by:
Alberto Stefana

Antonio Damasio, neurologo e neuroscienziato di origine portoghese, vive e lavora a Los Angeles dove insegna Neuroscienze, Psicologia e Neurologia presso la University of Southern California e dove dirige il Brain and Creativity Institute. Da oltre trent'anni compie ricerche sulle basi neuronali delle emozioni, della memoria e della coscienza, a partire da una prospettiva antidualista. Di questo percorso trentennale il lettore italiano ha potuto conoscerne alcune tappe grazie alla traduzione di tre suoi libri: L'errore di Cartesio (1994), Emozione e coscienza (1999) e Alla ricerca di Spinoza (2003), tutti usciti per i tipi di Adelphi rispettivamente nel 1995, 2000 e 2003. L'ultima fatica di Damasio, Il sé viene alla mente, trae spunto dal chiedersi come fa il cervello a costruire una mente e, successivamente, a dotarla di coscienza. Damasio elabora una ipotesi che ruota attorno ai requisiti strutturali e funzionali necessari affinché un cervello possa sviluppare una mente cosciente, il che può avvenire quando a un processo mentale elementare si aggiunge una funzione del Sé. La definizione che Damasio dà della coscienza è la seguente: «Nella sua forma normale, la coscienza è uno stato della mente che si manifesta quando siamo svegli e nel quale vi è una conoscenza privata e personale della nostra esistenza, quest'ultima contestualizzata rispetto all'ambiente, quale che esso sia in un dato momento. Necessariamente, questi stati della mente trattano conoscenze basate su materiali riconducibili a modalità sensoriali diverse - corporea, visiva, uditiva, eccetera - e manifestano proprietà qualitative diverse per i diversi flussi di informazioni sensoriali» (p. 202).

L'assunto

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.