Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To find an Author in a Video…

PEP-Web Tip of the Day

To find an Author in a Video, go to the Search Section found on the top left side of the homepage. Then, select “All Video Streams” in the Source menu. Finally, write the name of the Author in the “Search for Words or Phrases in Context” area and click the Search button.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Bolko, M. (2014). Zurigo 1968: il Burghölzli dei Bleuler. Un ricordo. Psicoter. Sci. Um., 48(4):671-674.

(2014). Psicoterapia e Scienze Umane, 48(4):671-674

Zurigo 1968: il Burghölzli dei Bleuler. Un ricordo

Marianna Bolko

In occasione della seconda edizione italiana (tratta dalla 15a edizione, del 1983) del Trattato di psichiatria di Eugen Bleuler (1a ediz. orig.: 1916), l'Autrice ricorda alcuni aspetti della sua formazione in psichiatria avvenuta alla fine degli anni 1960 al Burghölzli di Zurigo (allora diretto da Manfred Bleuler, figlio di Eugen), dove si era recata per completare la sua formazione in psicoanalisi presso il “Seminario Psicoanalitico di Zurigo” (Psychoanalytisches Seminar Zürich [PSZ]) con Paul Parin e Fritz Morgenthaler. In particolare, vengono descritti alcuni aspetti della personalità di Manfred Bleuler e l'atmosfera delle riunioni tenute al mattino e da lui coordinate. Vengono fatte anche alcune considerazioni sulla fine di un periodo della storia della psichiatria e di un modo di intendere e praticare l'assistenza psichiatrica.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.