Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To use Pocket to save bookmarks to PEP-Web articles…

PEP-Web Tip of the Day

Pocket (formerly “Read-it-later”) is an excellent third-party plugin to browsers for saving bookmarks to PEP-Web pages, and categorizing them with tags.

To save a bookmark to a PEP-Web Article:

  • Use the plugin to “Save to Pocket”
  • The article referential information is stored in Pocket, but not the content. Basically, it is a Bookmark only system.
  • You can add tags to categorize the bookmark to the article or book section.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Tondi, F. (2019). Elliot L. Jurist, Tenere a mente le emozioni. La mentalizzazione in psicoterapia. Trad. di Marianna Liotti. Milano: Raffaello Cortina, 2018, pp. 254, € 25,00 (ediz. orig.: Minding Emotions: Cultivating Mentalization in Psychotherapy. New York: Guilford, 2018). Psicoter. Sci. Um., 53(1):181-182.

(2019). Psicoterapia e Scienze Umane, 53(1):181-182

Elliot L. Jurist, Tenere a mente le emozioni. La mentalizzazione in psicoterapia. Trad. di Marianna Liotti. Milano: Raffaello Cortina, 2018, pp. 254, € 25,00 (ediz. orig.: Minding Emotions: Cultivating Mentalization in Psychotherapy. New York: Guilford, 2018)

Review by:
Francesca Tondi

Elliot L. Jurist insegna Psicologia e Filosofia al Graduate Center della City University of New York (CUNY). Coautore con Peter Fonagy, Mary Target e György Gergely dell'importante volume del 2002 Regolazione affettiva, mentalizzazione e sviluppo del Sé (Milano: Raffaello Cortina, 2004), in Tenere a mente le emozioni amplia e approfondisce alcune idee presentate nell'articolo “Mentalized affectivity” (Affettività mentalizzata) pubblicato nel n. 3/2005 di Psychoanalytic Psychology (la rivista di cui era direttore). A partire dalla descrizione delle “emozioni aporetiche”, caratterizzate dalla difficoltà a capire cosa si prova, che sostano in noi come stati mentali oscuri o confusi, vicini ai “sentimenti primordiali” descritti da Damasio (emergenti dal monitoraggio cerebrale degli stati corporei, precedenti altre emozioni specifiche e con valenza piacevole o dolorosa) (p. 27), l'Autore ci propone un viaggio nel regno dell'affettività mentalizzata, o mentalizzazione emotiva, ovvero l'abilità di sentire appieno utilizzando le nostre emozioni, di identificarle, modularle ed esprimerle; in definitiva, l'espressione “affettività mentalizzata” descriverebbe la capacità di comprendere i nostri sentimenti attraverso la storia e la memoria personale (p. 17).

Il volume si divide in due parti. La prima è composta da tre capitoli che affrontano: (I) la difficile abilità di identificare le emozioni; (II) l'arte della modulazione emotiva, con una interessante visione critica del concetto di “regolazione” (a cui si preferisce appunto quello di “modulazione”), le cui fondamenta sociali, culturali e politiche sembrano coincidere con l'ascesa del neoliberismo per l'enfasi data a comportamenti di socializzazione e autodisciplina, considerati adattivi in determinati ambienti educativi (p.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.