Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To find a specific quote…

PEP-Web Tip of the Day

Trying to find a specific quote? Go to the Search section, and write it using quotation marks in “Search for Words or Phrases in Context.”

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Cima, G.P. (2019). Luigi Antonello Armando, Storicizzare Freud. Milano: FrancoAngeli, 2019, pp. 159, € 22,00. Psicoter. Sci. Um., 53(2):336-339.

(2019). Psicoterapia e Scienze Umane, 53(2):336-339

Luigi Antonello Armando, Storicizzare Freud. Milano: FrancoAngeli, 2019, pp. 159, € 22,00

Review by:
Gioele P. Cima

Non è sufficiente dire, come sostiene lo stesso Autore, che Storicizzare Freud costituisca «il momento più maturo» (p. 13) del lungo confronto che ha impegnato Luigi Antonello Armando (psicoanalista ed ex-docente universitario di Psicologia dinamica) con il pensiero e l'opera di Freud. Infatti, il complesso volume che mi accingo a presentare raccoglie, nei suoi scritti a sfondo psicoanalitico (cinque dei quali già pubblicati su Psicoterapia e Scienze Umane, rispettivamente nei numeri 2/2009, 4/2010, 2/2011, 1/2013 e 3/2018), un insieme di postulati e riferimenti che coinvolgono anche studi sul Rinascimento e sulla filosofia greca, e la cui combinazione avviene in modo tutt'altro che scontato. Il libro costituisce l'estensione, per certi versi, di quanto già avanzato nel precedente libro di Luigi Antonello Armando & Marianna Bolko, Il trauma dimenticato. L'interpretazione dei sogni nelle psicoterapie: storia, teoria, tecnica (Milano: FrancoAngeli, 2017), proponendo la necessità di riconsiderare l'identità della psicoanalisi a partire dal racconto storico delle sue origini. Per Armando infatti, i convenzionali approcci alla storiografia psicoanalitica si sono a oggi rivelati insufficienti e in parte fuorvianti, o perché troppo impegnati a insistere su aspetti oscuri della personalità di Freud, o perché eccessivamente invischiati nel bisogno di stabilire la validità scientifica della psicoanalisi. A questo improduttivo bivio, assimilabile in tutto e per tutto al falso movimento del dubbio ossessivo (cfr. p. 25), Armando sostituisce una terza e inedita via che propone di rapportarsi alla psicoanalisi attraverso la definizione della sua realtà storica, ovvero prescindendo dalla preoccupazione di stabilire se i suoi asserti siano veri o meno per chiedersi invece quali funzioni abbiano svolto questi ultimi «nel contesto della storia della cultura» (p. 11) occidentale.

[This is a summary excerpt from the full text of the journal article. The full text of the document is available to journal subscribers on the publisher's website here.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.