Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To print an article…

PEP-Web Tip of the Day

To print an article, click on the small Printer Icon located at the top right corner of the page, or by pressing Ctrl + P. Remember, PEP-Web content is copyright.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Dobò, S. (1934). Note di tecnica psicoanalitica. Rivista Ital. Psicoanal., 3(1):52-58.

(1934). Rivista Italiana di Psicoanalisi, 3(1):52-58

NOTE

Note di tecnica psicoanalitica

Stefano Dobò

La sobrietà della psicoanalisi, il suo carattere rigorosamente scientifico, l'aspetto severo del gabinetto psicoanalitico, hanno contribuito a dissipare l'impressione di quell'atmosfera magica che nel passato era compagna inseparabile di ogni attività psicoterapica e che in gran parte era creata dai sofferenti, bisognosi di fede, in parte non indifferente era voluta dal “mago” stesso. Ciononostante il modo di operare del medico della psiche è ancora completamente ignorato dal pubblico, e ciò non si può del tutto attribuire ai fattori psichici inconsci dei profani. Oggi, se lo psicoanalista fa del suo meglio per illuminare tutti quei problemi che sono alla portata del pubblico colto, incluso quello medico, esponendo i concetti scientifici della dottrina psicoanalitica, tralascia di svolgere la parte pratica del trattamento curativo. Tanto è vero che una delle evenienze più frequenti è che una persona in seguito alle proprie riflessioni o dopo la lettura di un libro oppure dopo aver sentito una conferenza, si rivolge al competente col seguente quesito stereotipato: “Ho trovato molte cose giuste, altre discutibili nelle vostre teorie, ma riguardo al trattamento del malato, ed al processo di guarigione, non ne so molto più di prima”. E chi pretende di saperne di più casca di solito in uno di questi due estremi: o pretende che l'analista gli “scacci dalla testa” immediatamente qualche fobia od ossessione, ed allora siamo in una concezione magica della cura, oppure s'immagina nella persona del medico un interprete passivo, indifferente, che tira le somme, fa conclusioni senza alcuna iniziativa nella cura, ecc. Perciò è opportuno parlare di alcuni fra i più elementari concetti di terapia analitica.

Com'è

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2021, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.