Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To save a shortcut to an article to your desktop…

PEP-Web Tip of the Day

The way you save a shortcut to an article on your desktop depends on what internet browser (and device) you are using.

  • Safari
  • Chrome
  • Internet Explorer
  • Opera

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Ravasini, C. (1968). J. Laplanche e J. B. Pontalis, Vocabulaire de la psychanalyse, Presses Universitaire de France, Paris, 1967.. Rivista Psicoanal., 14(2):183-185.

(1968). Rivista di Psicoanalisi, 14(2):183-185

RECENSIONI

J. Laplanche e J. B. Pontalis, Vocabulaire de la psychanalyse, Presses Universitaire de France, Paris, 1967.

Review by:
C. Ravasini

È noto agli studiosi del movimento psicoanalitico l'importante contributo dato, sia all'elaborazione teorica del pensiero freudiano che alla sua applicazione clinica, da parte delle diverse scuole psicoanalitiche francesi negli ultimi quindici anni. È altrettanto noto infatti come, partendo da una comune esperienza che aveva visto in Marie Bonaparte ed in Maurice Bouvet, oltre che in S. Nacht, J. Lacan e D. Lagache, i suoi più autorevoli esponenti, la scuola francese del dopoguerra si fosse suddivisa, approfondendo aspetti diversi della ricerca spesso fra loro polemicamente contrapposti, in tre fondamentali filoni. Il gruppo di medici psicoanalisti che fanno capo a S. Nacht e a S. Lebovici, pur non trascurando le implicazioni teoriche, hanno sviluppato soprattutto gli aspetti tecnici e clinici della problematica psicoanalitica nel campo delle psicosi, dell'analisi infantile, delle malattie psicosomatiche. Il gruppo di studiosi che si raccolgono attorno a J. Lacan hanno invece posto in discussione, attraverso fecondi contatti con specialisti di altre discipline non mediche specie nel settore della filosofia e della linguistica, il problema di un ripensamento e di una reinterpretazione della dottrina freudiana nei suoi aspetti teorici e metodologici. Infine gli psicoanalisti allievi di D. Lagache, professore di psicologia alla Sorbona, hanno posto particolare attenzione, sotto la guida del maestro, allo studio filologico dell'opera di Sigmund Freud. Ora è stato proprio preparato da due giovani allievi di Lagache, Jean Laplanche e J.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.