Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To save articles in ePub format for your eBook reader…

PEP-Web Tip of the Day

To save an article in ePub format, look for the ePub reader icon above all articles for logged in users, and click it to quickly save the article, which is automatically downloaded to your computer or device. (There may be times when due to font sizes and other original formatting, the page may overflow onto a second page.).

You can also easily save to PDF format, a journal like printed format.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Fossi, G. (1978). Abadi M. Renacimiento de Edipo Ed. Trieb. Buenos Aires, 1977. Rivista Psicoanal., 24(3):480-483.
   

(1978). Rivista di Psicoanalisi, 24(3):480-483

Abadi M. Renacimiento de Edipo Ed. Trieb. Buenos Aires, 1977

Review by:
G. Fossi

Si tratta della seconda edizione di un interessante e stimolante libro, opera di un Autore che si è dedicato allo studio di alcuni dei più classici temi della letteratura (La Divina Commedia, Amleto, ecc.) e che in questa occasione parte dal presupposto di poter effettuare, rispetto all'opera di Freud, un ampiamento ed un approfondimento del mito di Edipo.

Nel primo capitolo l'A. espone il complesso di Edipo come classicamente descritto da Freud, prospettando l'indagine di altri aspetti complementari e sottolineando la necessità di collocarsi anche da un punto di vista estraneo al figlio (dalla parte di Laio e di Giocasta) e di indagare nel mondo complesso delle fantasie inconscie che si articolano nella leggenda di Edipo.

Nel secondo capitolo, dopo una chiara ed esauriente esposizione della storia e dell'interpretazione dei miti viene posto il problema di metodo della validità di utilizzarli per giungere a conclusioni di porta più ampia. Il mito, come il sogno, sarebbe il prodotto di una sottogiacente fantasia inconscia. Importanti appaiono poi le considerazioni sulla linea di sviluppo del pensiero, da quello magico a quello scientifico e sull'oscillazione del mito già il pensiero logico e quello prelogico.

Per Abadi si può evidenziare nella leggenda del mito dell'eroe una tematica più rimossa e diversa da quella abituale e nella quale è il primo piano l'ansia della donna verso il parto e l'allattamento, le sue fantasie di aborto e di infanticidio, la condanna e l'abbandono collegati al parto e al cordone ombelicale, il salvataggio da parte del padre, un ritorno ambivalente verso la madre, il tradimento del padre salvatore.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.