Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To refine search by publication year…

PEP-Web Tip of the Day

Having problems finding an article? Writing the year of its publication in Search for Words or Phrases in Context will help narrow your search.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Riolo, F. (1980). Sulla fantasia. Rivista Psicoanal., 26(3):337-358.

(1980). Rivista di Psicoanalisi, 26(3):337-358

Sulla fantasia

Fernando Riolo

“Lo spirito è risvegliato e sollecitato dal bisogno di svilupparsi alla presenza degli oggetti solo in quanto coesiste in essi qualcosa di soggettivo e misterioso che non è ancora stato disvelato”.

(G. E. Hegel: La Fenomenologia dello Spirito)

“Ferdinand: Questa è invero una maestosa visione, e la sua armonia incantevole. Sarò così ardito da pensare che sian degli spiriti?

Prospero: Spiriti, che con la mia arte ho evocato dai loro confini per rappresentare le mie fantasie. (…) Mi sembri, figlio, come se fossi colpito da gran sbigottimento: sta di buon animo, la nostra messa in scena ora è finita. Questi nostri attori, come ti avevo detto, erano solo spiriti, e si sono dissolti nell'aria, nell'aria sottile.

E, come è accaduto a questa visione, fabbrica senza fondamenta, similmente le torri incappucciate di nubi, gli splendidi palazzi, i templi solenni, il gran globo terrestre e tutto quel che vi sta dentro, dissolveranno.

E come questo spettacolo senza materia che avete visto pur ora svanire, non lasceranno dietro nemmeno un fiocco di nube.

Siamo fatti della stessa stoffa dei sogni; e la nostra breve vita è tutta avvolta nel sogno”.

(W.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.