Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To keep track of most popular articles…

PEP-Web Tip of the Day

You can always keep track of the Most Popular Journal Articles on PEP Web by checking the PEP tab found on the homepage.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Rossi, P.L. (1994). AttivitĂ  e passivitĂ  dell'analista negli inizi difficili di analisi. Rivista Psicoanal., 40(3):411-430.

(1994). Rivista di Psicoanalisi, 40(3):411-430

Attività e passività dell'analista negli inizi difficili di analisi

Pier Luigi Rossi

Atti linguistici

Il gioco del dare-e-prendere si sviluppa in un arco di tempo che va dai 4 ai 12 mesi di vita del bambino (Bruner 1977). È la madre che dà inizio al gioco con uno degli oggetti familiari, un sonaglino ad esempio, sollecitando il bambino a prenderlo con la mano. Dapprima il bambino si limita ad afferrare e poi a lasciar cadere l'oggetto; la madre lo offre allora nuovamente oppure ne introduce uno nuovo. Se il bambino ha afferrato l'oggetto non accetta che gli venga tolto: il compito che viene svolto in questa fase non è lo scambio di dare e prendere ma un preliminare di esso, la realizzazione di un'attenzione condivisa dei due sull'oggetto. La madre fa molto per ottenere questo dal bambino: lo incuriosisce, lo stimola, ne sostiene l'eccitazione anche con modalità affettive simili a quelle descritte da Stern (1985) come “attunement”. A 6 mesi sono però ormai appena accennate queste attività della madre, mentre diventa momento centrale del gioco il protendersi del bambino verso l'oggetto. La madre introduce allora una varietà di oggetti, si astiene di più e se il bambino lascia cadere l'oggetto aspetta che lo raccolga.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.