Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To quickly return to the issue’s Table of Contents from an article…

PEP-Web Tip of the Day

You can go back to to the issue’s Table of Contents in one click by clicking on the article title in the article view. What’s more, it will take you to the specific place in the TOC where the article appears.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Gesuè, A. (1995). Il “muro di silenzio”, il “muro del corpo”. La mente dell'analista e alcune gravi impasses della comunicazione. Rivista Psicoanal., 41(3):391-408.
    

(1995). Rivista di Psicoanalisi, 41(3):391-408

Il “muro di silenzio”, il “muro del corpo”. La mente dell'analista e alcune gravi impasses della comunicazione

Angela Gesuè

L'oscillazione impasse/elaborazione, evento fisiologico del processo analitico, è continuamente esposta ad arresti di qualità ed entità variabili. Non è mia intenzione, come già anticipato nel titolo, occuparmi in generale dell'impasse e degli innumerevoli problemi ad essa connessi, e per questo rimando all'esauriente trattazione fatta da Etchegoyen (1986) nel suo trattato. Richiamerò esclusivamente alcuni concetti che mi aiutano a meglio collocare la mia riflessione specifica su questo argomento.

Considerare l'impasse come negativo dell'elaborazione porta ad interrogarsi sul diverso valore che questo termine ha assunto nello sviluppo del pensiero psicoanalitico per meglio vedere con quale accezione esso può essere usato e soprattutto quale mi sembra più consono nell'ambito che io intenderei discutere.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.