Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To review The Language of Psycho-Analysis…

PEP-Web Tip of the Day

Prior to searching a specific psychoanalytic concept, you may first want to review The Language of Psycho-Analysis written by Laplanche & Pontalis. You can access it directly by clicking here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Gislon, M.C. (1996). John E. Gedo (1996) The Languages of Psychoanalysis The Analytic Press, Hillsdale (NJ), 209 pagine, s.i.p.. Rivista Psicoanal., 42(4):660-661.

(1996). Rivista di Psicoanalisi, 42(4):660-661

John E. Gedo (1996) The Languages of Psychoanalysis The Analytic Press, Hillsdale (NJ), 209 pagine, s.i.p.

Review by:
Maria Clotilde Gislon

Questo volume è l'ultimo dei contributi di Gedo, frutto di quarant'anni di esperienza come psicoanalista, finalizzato a integrare nella psicoanalisi contemporanea, secondo una prospettiva moderna, i dati provenienti da altre scienze. Egli è infatti convinto che le proposizioni evolutive della psicoanalisi siano convalidate scientificamente sulla base non solo dell'osservazione clinica, ma delle scienze ad essa affini, anzitutto quelle che studiano i processi sottostanti la maturazione biologica, la psicologia evolutiva, infine le teorie cognitive e della comunicazione delle informazioni. Di queste l'Autore mette in rilievo l'importanza per la teoria e per la tecnica psicoanalitiche, partendo dallo studio dell'uso differenziato del linguaggio come guida all'indagine psicoanalitica. Egli descrive anzitutto i fenomeni protolinguistici e i modi alternativi di comunicazione, in particolare i canali di comunicazione arcaici che vanno al di là del significato lessicale del dialogo verbale e che estendono il repertorio della comunicazione adulta, come “la musica delle parole” o il linguaggio del corpo, esemplificato da fenomeni quali i tic o i concomitanti somatici degli affetti. Ne esamina quindi le implicazioni per la tecnica psicoanalitica, in primo luogo gli aspetti che coinvolgono la comunicazione interpersonale, quindi le condizioni per la creazione di un linguaggio condiviso, base per l'alleanza terapeutica e per l'ambiente holding, le conseguenze del setting analitico sulle modalità con cui il paziente elabora le comunicazioni tra lui e l'analista, infine il significato semiotico del controtransfert e dell'identificazione proiettiva.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.