Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To sort articles by Rankā€¦

PEP-Web Tip of the Day

You can specify Rank as the sort order when searching (it’s the default) which will put the articles which best matched your search on the top, and the complete results in descending relevance to your search. This feature is useful for finding the most important articles on a specific topic.

You can also change the sort order of results by selecting rank at the top of the search results pane after you perform a search. Note that rank order after a search only ranks up to 1000 maximum results that were returned; specifying rank in the search dialog ranks all possibilities before choosing the final 1000 (or less) to return.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Goretti, G. (1997). Le menti violate. Pensieri su Dora, Schreber, Paul ed altri. Rivista Psicoanal., 43(4):635-656.

(1997). Rivista di Psicoanalisi, 43(4):635-656

LAVORI IN CORSO

Le menti violate. Pensieri su Dora, Schreber, Paul ed altri

Giovanna Goretti

La teoria della seduzione doveva dare a Freud la fama e l'affrancamento dal bisogno. Il fondatore della psicoanalisi confessò di averlo sperato nel momento in cui la teoria, agli occhi di lui che l'aveva pubblicamente sostenuta, appariva un insostenibile abbaglio: non c'era stata seduzione nella vita delle prime pazienti della nuova forma di terapia, ma solo fantasie sessuali che usavano “regolarmente l'argomento dei genitori” (Freud 1897 pag 154). La reazione a questa revisione, che acquistava ai suoi occhi onesti di ricercatore (o ai suoi occhi allarmati di figlio) il carattere della necessità, è consegnata alla lettera a Fliess del 21 settembre del 1897; una reazione — scopriamo — nella quale il tono di pacata sottomissione alla realtà e quasi di sollievo, all'idea di poter continuare a essere quello che è sempre stato, lontano dalla fama e dalla opaca agiatetezza (“ora io posso di nuovo essere tranquillo e modesto e continuare a preoccuparmi e a risparmiare” pag 155), si muta rapidamente in una quasi brutale autoironia, quando successivamente aggiunge: “come in una delle storie della mia raccolta: “Rebecca, puoi toglierti l'abito da sposa, non ci saranno più nozze”.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.