Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To review the glossary of psychoanalytic concepts…

PEP-Web Tip of the Day

Prior to searching for a specific psychoanalytic concept, you may first want to review PEP Consolidated Psychoanalytic Glossary edited by Levinson. You can access it directly by clicking here.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Gislon, M.C. (1998). Roy Schafer (1997) Tradition and Change in Psychoanalysis International Universities Press, Madison (Connecticut), 271 pagine, s.i.p.. Rivista Psicoanal., 44(2):405-407.

(1998). Rivista di Psicoanalisi, 44(2):405-407

Roy Schafer (1997) Tradition and Change in Psychoanalysis International Universities Press, Madison (Connecticut), 271 pagine, s.i.p.

Review by:
Maria Clotilde Gislon

L'Autore affronta il problema dei cambiamenti degli ultimi decenni, in molti aspetti importanti e correlati, della teoria e della pratica psicoanalitica e il loro rapporto con la tradizione: rappresentano uno sviluppo e una migliore definizione dei princìpi di base o un loro abbandono?

Inizia esaminando la rilevanza, per alcune delle più importanti trasformazioni attuali della psicoanalisi, del pensiero di Hartmann, in particolare del suo concetto fondamentale di adattamento. L'apparato mentale esiste, secondo Hartmann nel campo adattativo organismo-ambiente caratterizzato da un preadattamento e da un continuo adattamento, fin dal periodo dello sviluppo infantile nel campo dinamico madre-bambino. Egli quindi anticipa due idee, il “dialogo” e l'“intersoggettività”, che hanno assunto un valore organizzativo nella psicoanalisi attuale, nel senso sia di un approfondimento delle interazioni transfert-controtransfert sia di una posizione costruttivista, secondo cui ognuno costruisce il significato di queste interazioni pur continuando ad esserne un osservatore. La portata innovatrice del pensiero di Hartmann è stata però, sottolinea Schafer, oscurata dalle implicazioni metodologiche ed epistemologiche collegate all'ideale della psicoanalisi come “tecnologia”, e dello psicoanalista come osservatore distaccato, ideale a sua volta influenzato dal clima positivistico dominante nelle scienze biologiche e sociali del tempo e dalla necessità di difendere la psicoanalisi dalle accuse di non scientificità.

Schafer

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.