Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To restrict search results by language…

PEP-Web Tip of the Day

The Search Tool allows you to restrict your search by Language. PEP Web contains articles written in English, French, Greek, German, Italian, Spanish, and Turkish.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Rizzi, P. (2000). Enzo Morpurgo (1998) Chi racconta a chi? Il dialogo psicoanalitico e gli enigmi della soggettivitĂ  Milano, Franco Angeli, 222 pagine, Lit. 35.000. Rivista Psicoanal., 46(2):365-369.
  

(2000). Rivista di Psicoanalisi, 46(2):365-369

Enzo Morpurgo (1998) Chi racconta a chi? Il dialogo psicoanalitico e gli enigmi della soggettività Milano, Franco Angeli, 222 pagine, Lit. 35.000

Review by:
Pietro Rizzi

In questo libro, Enzo Morpurgo riporta d'attualità uno dei temi e termini fondanti della psicoanalisi: quello di enigma, a torto oscurato dal più fortunato Unheimliche (al quale Morpurgo dedica peraltro alcune considerazioni illuminanti in uno dei saggi del volume). L'enigma è, appunto, “chi racconta a chi”: e, come nella tradizione classica, lo scioglimento dell'enigma stesso non risiede nel mero contenuto della risposta ma nella metamorfosi della relazione dialogica, originata dal solo fatto di “dare parole”. Si tratta di un cambiamento così profondo e violento che la posta in gioco è una questione di vita o di morte — o di ordine del mondo, come sappiamo dal dialogo di Edipo con la Sfinge e da altre vicende mitiche.

Enzo Morpurgo è ben conscio di questa posta in gioco, poiché fin dall'inizio (nella prima parte del volume) ci parla da quel luogo delicatissimo dello spirito e della pratica terapeutica, dove la clinica si trova a incontrare non più soltanto una mente individuale, ma quelle che potremmo chiamare, con Cattaneo, le “menti associate”; ovvero, le pressioni e distorsioni operate su qualsiasi prassi dialogica (e a maggior ragione sulla pratica psicoanalitica) da quel ancor enigmatico fenomeno che è l'attuale “individualismo di massa”, sfuggente ma al tempo stesso sempre più tangibile protagonista del nostro tempo. Morpurgo eleva però il discorso ben al di sopra di una, pur approfondita, lettura psicoanalitica di un fatto sociale epocale. Egli vede profilarsi (e ve n'è traccia nel sottotitolo del volume) un passaggio drammatico: la trasformazione di quella “crisi del soggetto” che è da sempre ben nota alla psicoanalisi, in una vera e propria involuzione o addirittura scomparsa di tutto ciò che sia dicibile o pensabile al riguardo: una sorta di colpo di coda da parte del “narcisismo ferito” di quell'individualismo che pure ha tanto contribuito a caratterizzare la modernità.

Morpurgo

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.