Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: PEP-Web Archive subscribers can access past articles and books…

PEP-Web Tip of the Day

If you are a PEP-Web Archive subscriber, you have access to all journal articles and books, except for articles published within the last three years, with a few exceptions.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Rossi, P.L. (2001). Hans W. Loewald (1999) Riflessioni psicoanalitiche Dunod, Milano, 273 pagine, Lit. 35.000. Rivista Psicoanal., 47(2):349-354.
    

(2001). Rivista di Psicoanalisi, 47(2):349-354

RECENSIONI

Hans W. Loewald (1999) Riflessioni psicoanalitiche Dunod, Milano, 273 pagine, Lit. 35.000

Review by:
Pier Luigi Rossi

Se l'Io è un'istanza dimenticata della quale già cominciavamo a sentire la mancanza, si può dire che questo libro sia uscito ora in italiano con una straordinaria tempestività anche se con un certo ritardo sulla sua data di origine.

Possiamo dunque apprezzare quanto esso abbia guadagnato, negli anni, di attualità, forse proprio a causa della posizione un po' defilata del suo Autore, il quale è stato un personaggio di grande rilievo nella psicoanalisi americana, ma non un caposcuola; piuttosto una voce indipendente che sempre si è fatta sentire, relativamente isolata ma di certo molto autorevole.

Era alsaziano di origine, formato come psichiatra nella grande tradizione della psicopatologia tedesca e come filosofo alla lezione di Heidegger.

L'ambito culturale della Psicologia dell'Io, nel quale poi ha vissuto, è stato profondamente marcato da una separazione fra “Io” e “Sé” che, com'è noto, fu avanzata da Hartmann ed ha avuto una grande fortuna, oltre che conseguenze cruciali nel successivo decorso della psicoanalisi nordamericana. L'ultima di tali conseguenze è la grande diffusione attuale di una Psicologia del Sé in polemica con quella dell'Io; non meno attuale, tuttavia, è il vuoto di discorso psicoanalitico sull'Io, dopo che questo è stato lasciato ad una deriva puramente psicologizzante.

Loewald ricorda in questo libro la sua posizione del tutto autonoma rispetto a tale separazione (in una nota a p.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.