Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To see translations of this article…

PEP-Web Tip of the Day

When there are translations of the current article, you will see a flag/pennant icon next to the title, like this: 2015-11-06_11h14_24 For example:

2015-11-06_11h09_55

Click on it and you will see a bibliographic list of papers that are published translations of the current article. Note that when no published translations are available, you can also translate an article on the fly using Google translate.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Falci, A. (2003). Contemp. Psychoanal. Vol. 38, 2002 W.A. White Institute, New York, 733 pagine, US $ 89. Rivista Psicoanal., 49(2):446-455.
    

(2003). Rivista di Psicoanalisi, 49(2):446-455

Contemp. Psychoanal. Vol. 38, 2002 W.A. White Institute, New York, 733 pagine, US $ 89

Review by:
Amedeo Falci

Nel primo numero del 2002 della rivista sono contenuti alcuni articoli intorno al tema del trauma psichico su cui pare interessante focalizzare l'attenzione. I primi due articoli, di Ghislaine Boulanger, affrontano il tema dell'intreccio epistemologico in cui versa la psicoanalisi di fronte alla spiegazione e agli effetti dei traumi psichici, consentendo di cogliere differenze e analogie di alcuni modelli esplicativi. Il terzo lavoro parla, invece, dall'interno dell'esperienza catastrofica, riportando le esperienze di alcuni psicoanalisti sulle ripercussioni verificatesi in analisti e pazienti a New York durante gli eventi dell'11 settembre 2001.

In The Cost of Survival: Psychoanalysis and adult onset trauma (vol. 38. n. 1, p. 17), l'Autore, considerando il tema del trauma insorto in età adulta, induce a riflettere sull'evidenza che, malgrado l'aumentata incidenza dei fenomeni di violenza a tutti i livelli e le rilevante mole di letteratura sui fenomeni di Disturbo da Stress Post-Traumatico (PTSD) nel campo della salute mentale, la psicoanalisi contemporanea invece non abbia ancora dato un'adeguata cornice teorica al problema del trauma psichico. Freud era a conoscenza di alcuni dei sintomi delle reazioni traumatiche, ma, a differenza di altri suoi colleghi, non lavorò mai con individui colpiti da shock post-traumatico di guerra, e nel suo Al di là del principio del piacere (1920) non vi è traccia di racconti clinici. Malgrado la sua tendenza ad utilizzare anche esempi personali e familiari per supportare argomentazioni scientifiche, non utilizza le esperienze militari dei suoi figli.

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.