Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To quickly go to the Table of Volumes from any article…

PEP-Web Tip of the Day

To quickly go to the Table of Volumes from any article, click on the banner for the journal at the top of the article.

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Gurnari, M.C. (2009). La cravatta croata. Rivista Psicoanal., 55(2):505-512.

(2009). Rivista di Psicoanalisi, 55(2):505-512

La cravatta croata

Maria Carmela Gurnari

A proposito di …

B. Moroncini e R. Petrillo (2007). L'etica del desiderio

Napoli, Cronopio, pagine 258, euro 22,00

Una delle immagini più inquietanti tra quelle proposte al convegno che la SPI ha dedicate al disagio della civiltà è quella della «cravatta croata». Inchiodato vivo un prigioniero contro la porta di casa, gli si apriva la trachea per farne uscire la lingua a mò di cravatta: «I serbi rendevano così un omaggio ironico (era il 1992) all'invenzione di questo ornamento per mano dei Croati» (Balsamo, 2005, 47). È lecito chiedersi che fine abbia fatto, in simili gesti, tutto il percorso civile di cui l'umanità si fregia. Ogni giorno il telegiornale ci presenta scene raccapriccianti: fatti di guerra di paesi più o meno lontani, ma anche fatti di casa nostra riproposti quotidianamente dallo sguardo implacabile dei media. Questo sguardo non è soltanto un grido d'orrore, è anche un indulgere sui particolari, un insistere su un dolore che lascia intravedere, sotto l'appello all'umana pietas, la trovata degli antichi: l'arena. Nell'arena, con mezzi diversi da quelli utilizzati dalla tragedia greca, l'umano confronto con il dolore, con la sofferenza e con la morte viene proposto come spettacolo. È il tentativo di distanziarsi da qualcosa: trovarsi nei panni dello spettatore dà l'illusione di situarsi fuori scena guadagnando la posizione della conoscenza, ma questo non cancella l'enigma del male nel mondo, quel male che Freud ha chiamato disagio della civiltà collocandolo al cuore del percorso che rende uomo l'uomo.

Il

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2020, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.