Customer Service | Help | FAQ | PEP-Easy | Report a Data Error | About
:
Login
Tip: To view citations for the most cited journals…

PEP-Web Tip of the Day

Statistics of the number of citations for the Most Cited Journal Articles on PEP Web can be reviewed by clicking on the “See full statistics…” link located at the end of the Most Cited Journal Articles list in the PEP tab.

 

For the complete list of tips, see PEP-Web Tips on the PEP-Web support page.

Panizza, S. (2013). I mille volti della vitalitè. Rivista Psicoanal., 59(2):341-358.

(2013). Rivista di Psicoanalisi, 59(2):341-358

I mille volti della vitalitè Language Translation

Sandro Panizza

La vitalità non sembra essere una qualità particolarmente richiesta all'analista: né durante il training, né dopo. Piuttosto vengono guardate con attenzione altre caratteristiche: sensibilità, empatia, intuizione, comprensione, capacità di risuonare e di sintonizzarsi, autenticità, senso del limite. La vitalità appare come una qualità così composita, complessa e sfuggente, da poter sembrare scontata: un aspetto impalpabile, difficile da soppesare. Winnicott (1962) chiedeva all'analista di essere in vita, in salute e sveglio, ma intendeva qualcosa che aveva a che fare con l'attenzione e con la vigilanza. Mentre il suo accenno significativo alla vitalità, riguarda la distinzione fra «essere e fare» (1966); tra il vero sé e il falso sé (1960): solo il vero sé può sentire di esistere, di essere vivo e continuare ad essere. La vitalità, probabilmente, è una qualità che esprime la voglia di essere autenticamente vivo e di realizzarsi secondo il proprio idioma (Bollas, 1987), costi quel che costi. Si sfrangia in miriadi di attribuzioni: è una spinta alla curiosità per l'altro e per il mondo, è vivacità, entusiasmo e spontaneità che sgorgano dal proprio centro, un'apertura ai misteri che ci riserva la vita (Lopez, 1983). Nasce probabilmente da una strana alchimia: tra la spinta originaria del baby, i suoi talenti vitali e la corrispondenza sintonica e rispecchiante del caregiver, delle sue potenzialità in fieri: dal patto implicito tra il genitore «dedito» e l'illusione del baby di creare il mondo (Winnicott, 1945).

Forse il significato della vitalità potrebbe essere esteso e accostato a quello di benessere mentale, da un lato, e di creatività, dall'altro.

Benessere

[This is a summary or excerpt from the full text of the book or article. The full text of the document is available to subscribers.]

Copyright © 2019, Psychoanalytic Electronic Publishing, ISSN 2472-6982 Customer Service | Help | FAQ | Download PEP Bibliography | Report a Data Error | About

WARNING! This text is printed for personal use. It is copyright to the journal in which it originally appeared. It is illegal to redistribute it in any form.